By Giovanni Brizzi

Le pagine commit alle vicende dell'assedio di Gerusalemme sono avvincenti, los angeles cronaca è stringata, esatta, senza sbavature, a tratti asciutta come il giornale di guerra di uno Stato Maggiore. Giovanni Brizzi dà formidabile prova della sua personalità di studioso attento alle fonti, rigoroso nel metodo, e al pace stesso efficace, spesso trascinante nella qualità di scrittura. Un libro a dir poco straordinario.

Franco Cardini, "Avvenire"

Qualcosa di tremendo e sconosciuto scuote il mondo nel primo secolo dopo Cristo, scardina l. a. polis antica e mina le fondamenta dell'impero. Giovanni Brizzi fornisce dati agghiaccianti. Nello spazio mediterraneo i morti sono quelli di una piccola Shoah. Scavi recenti nelle fondamenta di Cirene hanno portato in luce i segni di un vero e proprio cataclisma. according to l. a. prima volta Roma si trova di fronte a combattenti fanatici e indomabili, ebbri di furore religioso. Da allora i due mondi si divideranno e l. a. proverbiale capacità di assorbimento dei Romani nei confronti di tradition 'altre' nulla potrà con i titolari della prima religione del Libro.

Paolo Rumiz, "la Repubblica"

Show description

Read or Download 70 d. C. La conquista di Gerusalemme PDF

Best italian_1 books

Il cammino della scienza. La matematica

Esemplare in buone condizioni. Ingiallimento di pagine, tagli e sovraccoperta. Macchie di polvere ai tagli ed in sovraccoperta. Strappi in sovraccoperta.

Storia del nulla

Booklet by means of Sergio Givone

Extra resources for 70 d. C. La conquista di Gerusalemme

Example text

Sarà rimuovendo questa barriera ideale che il Cristianesimo riuscirà ad aprirsi all’ecumene intera. Se a causa di tale situazione si produssero talvolta, dapprima soprattutto in ambito palestinese, fenomeni estremi di fanatismo ed eccessi nell’applicazione della Legge, si registrò anche – e la contraddizione è solo apparente – una marcata dicotomia tra le spinte integraliste delle masse soprattutto contadine e l’atteggiamento delle aristocrazie, sacerdotali e non. Come ogni altra aristocrazia, anche quella giudaica tendeva a identificarsi in modelli comuni di comportamento che superavano le dimensioni per così dire ‘nazionali’ e ad aprirsi verso le usanze dei gentili; per questa ragione le rivolte si accesero inizialmente contro queste élites, ancor prima che contro i dominatori stranieri, ai quali peraltro gli aristocratici ebraici riservavano solitamente la propria fedeltà.

Rispetto al modello della colonizzazione greca subdolamente suggerito da Filone le analogie restano dunque minime, forzate e sostanzialmente ingannevoli; ed è chiaro che anche per Filone il parallelo con il movimento coloniale ellenico è solo una suggestione di comodo (benché, forse, sia l’idea che il sapiente alessandrino più vorrebbe veder realizzata), un seducente confronto che egli cerca di proporre al potere egemone. Se, nel caso dei Greci, ad unire le innumerevoli pòleis sparse per tutta l’ecumene antica era stata un’identità linguistica e culturale – non politica, poiché in quest’ambito un Siracusano avrebbe potuto trovarsi a combattere contro il cittadino di qualunque altra polis, e persino contro l’abitante della città-madre Corinto –, a fare degli Ebrei un popolo-patria non era la lingua, e neppure la cultura, salvo che per una delle componenti di questa.

Le tendenze emerse con il ritorno dall’Esilio vennero definitivamente consolidandosi durante l’età macedone. Avviata da Alessandro, l’ellenizzazione della Giudea si era di fatto interrotta con i Tolemei, che per oltre un secolo ebbero il controllo della regione. La relativa tolleranza politica dei sovrani si era espressa attraverso un gran numero di provvedimenti, giungendo addirittura al conio di monete con legenda in aramaico, a permettere che nello stesso Egitto molte questioni giuridiche venissero affrontate e risolte secondo la legge politica dei Giudei, a dare licenza per la costruzione, a Leontopoli, di un tempio che si voleva alternativo ma non in opposizione a quello di Gerusalemme.

Download PDF sample

Rated 4.29 of 5 – based on 9 votes